Pianeta terra chiama Daniele Balzano

Cantautore emergente romano, ha già una lunga gavetta alle spalle; infatti fa musica dal 2001; il suo progetto è nato innanzitutto per un realizzare un sogno personale, per far contento se stesso e non per compiacere nessun altro.


Daniele è polistrumentista; ha deciso quindi di fare tutto da solo: musica, registrazione e produzione. La musica è per lui una passione, un mezzo di espressione, un utile passatempo, senza pensare al guadagno ma solo alla soddisfazione personale ed all’appagamento che ne deriva.
I suoi testi si caratterizzano per la forte introspezione, per la spiccata riflessione mistico-filosofica sull’essere e sul mondo, per una visione onirica della vita e dell’esistenza.
La musica contiene una grande ispirazione a Battiato, così come al synth pop dalle venature dark, in stile Cure e Ultravox.
L’uso dell’elettronica è spiccato, senza mai dimenticare il rock pulito; voce, chitarra e sintetizzatore sono gli strumenti che Balzano utilizza con maggior frequenza.
Dando un’occhiata alla sua produzione, si può capire come la sua ricerca di sonorità particolari si sia affinata nel corso degli anni e come l’artista abbia raggiunto una buona maturità dal punto di vista musicale e compositivo, nel corso di un viaggio che dura da quasi vent’anni ormai.
Da un’introspezione più marcata, Daniele è passato ad un impegno maggiore su tematiche che riguardano la totalità dell’umanità, si è soprattutto concentrato su una presa di posizione contro lo sfruttamento incontrollato e senza freni del Pianeta Terra da parte dell’Uomo (i potenti in particolare), che vede il Mondo come un serbatoio inesauribile di risorse da spremere, senza tener conto delle conseguenze catastrofiche cui si sta andando incontro mettendo al primo posto il profitto ed il guadagno.
Sicuramente la sua maturazione artistica è avvenuta anche grazie all’essere diventato papà di una bimba: essere genitori è una risorsa che arricchisce e fa crescere.
Per Daniele la musica, con il suo linguaggio universale, non è più solo uno strumento per sfogare i propri disagi, tristezze, insoddisfazioni, dolori e sofferenze, non più solo una pagina di diario in cui scrivere le proprie emozioni, bensì anche un mezzo per comunicare il proprio punto di vista agli altri, per urlarlo al Mondo intero, senza più timidezze o remore a riguardo.
Il suo nuovo cd “Pianeta Terra” è un sunto della sua esperienza fin qui. Da scoprire.

Precedente Fuori è Dentro di Ale De Rosa Successivo My Monthly Date