L’Elettro-Pop di Milô

Milo Grieco, in arte Milô è un cantautore romano dal timbro molto particolare che, a colpi di basso e sintetizzatori, anima il suo palco con il suo elettro-pop.
Un genere che si affaccia sicuramente a ciò che il “commercio” della musica richiede in questi ultimi anni, un intreccio quasi dubstep tra il pop italiano e la musica elettronica.

Di notevole fattura e qualità sono i suoni scelti nei brani, alcuni inseriti decisamente al momento azzeccato e il tutto si muove certamente in linea con la vocalità del nostro cantautore.
Milô ci propone il brano “Lettera a Dio”, una preghiera introspettiva che si affaccia al sociale e alla vita di tutti i giorni pur restando con i piedi ben ancorati al terreno.

Una coraggiosa presa di posizione nei confronti della propria fede che arriva quasi all’esasperazione della stessa. Un messaggio molto forte e ben riuscito. La voce di Milô, che ricorda vagamente quella di Marco Mengoni, più nello stile e nel modo di cantare che nel timbro, ha una gran bella estensione, si intreccia con cori molto acuti sfiorando la voce in testa anche nel registro di petto e a tratti riesce a rimanere graffiante al punto giusto.
Consigliatissimo, sicuramente da ascoltare e apprezzare in più di un’occasione.

Precedente I Zizzania e la loro "Eclissi" Successivo La Joker Gang si dirige "Verso un cielo nuovo"