I Prigionieri e la loro Anima di Bukowski

I prigionieri nascono a Busto Arsizio nel 2014 da un’idea di Giovanni Caldone, bassista e autore dei testi. Al seguito si uniscono Stefano Frontini (chitarrista), Christian Comaschi (tastierista), Trombella Gianluca (batterista) e Wolco (voce).
Il progetto affonda le radici nell’alternative hard rock con testi rigorosamente in italiano.

Ci propongono il brano “L’anima di Bukowski”, un pezzo sicuramente intellegibile e colmo di citazioni dell’artista. Un’atmosfera decadente, come la poetica di Charles, ci trascina senza indugio nella visione che Giovanni (l’autore) ha di questo immenso artista e, grazie al contributo della sua Band, lo fa attraverso ritmiche incalzanti e delle distorsioni di chitarra più che consone. Punti di forza l’assolo di chitarra solista e il tiro esplosivo del ritornello.

Si consiglia per un miglior biglietto da visita un bel video ufficiale, magari con scene di suonato live.

Precedente L'Hip hop anni '90 di Ray Carino Successivo E-Noise: Miscele pop e rock esplosive

2 commenti su “I Prigionieri e la loro Anima di Bukowski

I commenti sono chiusi.